La salute

Il cervo neozelandese offre qualità stabile e affidabile indipendentemente dalle fluttuazioni stagionali. Soprattutto nei mesi estivi la carne di cervo costituisce per me un’ottima e salutare alternativa al manzo, vitello e maiale.
- Chef Michelin Carmelo Greco, Ristorante Carmelo Greco Francoforte

Carne di cervo neozelandese – un’alternativa salutare

In linea con i tempi attuali i consumatori preferiscono un’alimentazione, al cui gusto si unisca in modo ideale anche la salute. La carne di cervo in questo senso esaudisce queste esigenze, poiché ricco di ferro e povero di calorie, grassi e colesterolo. Inoltre questo tipo di carne offre alta affidabilità della qualità e della sicurezza: la lavorazione viene effettuata secondo standard internazionali di igiene e tutte le industrie manifatturiere sono certificate a norma ISO 9002 e ispezionate due volte al mese.

La seguente tabella mostra i valori nutritivi della carne di cervo in confronto alle altre varietà di carni preferite:

  Proteine (g)

Grassi

 totale (g)
Ferro (mg) Zinco (mg)

Acidi grassi

 saturi (g)
Petto di pollo 22,3 2,1 0,5 0,9 0,7
Lonza di maiale 20,9 2,3 1,7 2,7 0,9
Filetto di manzo 22,5 8,3 2,0 5,8 3,0
Carré di agnello 20,7 6,8 1,7 3,9 2,9
Cosciotto di cervo 23,5 1,5 4,1 3,6 0,6

Fonte: Banca dati dei valori nutrizionali e alimentari Nuova Zelanda, Autorità neozelandese per la sicurezza alimentare. I dati sopraindicati si applicano ad una porzione di 100 gr. di carne cruda.